Il Bando

    Ammonta a complessivi 400.000 euro di risorse regionali la dotazione finanziaria dell’avviso pubblico approvato dalla Regione Lazio tramite la Direzione Cultura e Lazio Creativo e denominato “Lazio Street art 2022”. Giunto alla sua seconda edizione, l’avviso intende valorizzare la street art attraverso la selezione di progetti aventi ad oggetto interventi da realizzare nel Lazio concedendo contributi a fondo perduto. Le proposte progettuali, in linea con quanto individuato dalla Regione Lazio negli atti citati in premessa, devono:
    1. essere volte alla realizzazione di un intervento di rigenerazione urbana da attuare attraverso un intervento di Street Art (quale ad esempio: murales, mosaico, installazioni);
    2. consistere nella realizzazione di un’opera artistica singola, o di plurime opere artistiche purché collegate da un unico progetto artistico;
    3. essere realizzate entro 9 (nove) mesi dalla data di accettazione del contributo;
    4. ispirarsi ai seguenti ambiti tematici:
    • identità del luogo prescelto;
    • integrazione e rispetto delle differenze;
    • ambiente, natura, sostenibilità;
    • patrimonio storico e artistico;
    1. non avere finalità di veicolazione di messaggi pubblicitari di natura commerciale e non contenere elementi lesivi od offensivi della dignità personale, della pubblica decenza o di convinzioni etiche, morali, politiche, sindacali o religiose;
    2. riguardare opere che devono avere la caratteristica della “unicità”, ossia non devono essere prodotte in più esemplari;
    3. non consistere nella mera riproduzione di opere già esistenti, ferma restando l’ammissibilità delle cd. “opere derivate”, di cui all’art. 4 della Legge n. 641/1941, in quanto frutto di rielaborazione creativa di opere già esistenti, purché realizzate nel rispetto delle disposizioni vigenti in materia di tutela dei diritti d’autore dell’opera originaria;
    4. riguardare opere per le quali sia stata valutata la capacità di essere garantita la conservazione, l’accessibilità e la fruibilità al pubblico per almeno due anni decorrenti dalla data di inaugurazione al fine di promuovere il territorio ed incoraggiare lo sviluppo dell’aggregazione;
    5. riguardare opere da realizzare su beni o spazi nell’ambito del territorio della Regione Lazio, che dovranno essere individuati dal soggetto proponente che si assumerà l’onere dell’espletamento delle necessarie verifiche circa la fattibilità della proposta nel luogo indicato anche in relazione all’eventuale acquisizione dai competenti enti/soggetti dei permessi e/o autorizzazioni/consensi/nulla osta necessari per la realizzazione dell’opera;
    6. avere l’assenso del proprietario del bene o dello spazio destinato alla realizzazione dell’intervento di Street art proposto, ove si tratti di soggetto diverso dal proponente, con il contestuale impegno a garantirne, in concorso con il medesimo proponente, l’accessibilità, fruibilità e conservazione per un periodo di almeno 2 anni decorrenti dalla inaugurazione;
    7. prevedere un piano di promozione dell’intervento di Street Art e della relativa inaugurazione;
    8. prevedere la realizzazione da parte di uno o più artisti che non devono essere stati individuati all’interno di altre proposte progettuali presentate nell’ambito del presente avviso

    Chi può partecipare

    La domanda può essere presentata esclusivamente dai seguenti soggetti:

    1. Comuni del Lazio, Roma Capitale e suoi Municipi;
    2. altri enti pubblici con sede nel Lazio;
    3. soggetti giuridici privati con sede legale o operativa nel Lazio (imprese, associazioni, fondazioni e comitati ed enti equiparati) in possesso dei seguenti requisiti:
    a.1) per le imprese: essere dotate di personalità giuridica e regolarmente iscritte al Registro delle Imprese tenuto dalle C.C.I.A.A.; a.2) per gli enti diversi dalle imprese: possedere la personalità giuridica mediante iscrizione al Registro nazionale o regionale delle persone giuridiche di cui al D.P.R. n. 361 del 10 febbraio 2000 o al Registro Unico del Terzo Settore di cui al D. Lgs. n. 117/2017 o a registri equipollenti istituiti da Stati membri della U.E. diversi dall’Italia; b) avere nell’oggetto sociale o nelle previsioni statutarie finalità di promozione o valorizzazione culturale o del territorio o dell’arte oppure avere una esperienza specifica, risultante dal Curriculum dell’ente proponente, nella realizzazione di progetti di Street art e/o di arte contemporanea e/o di altri interventi di promozione delle arti figurative. Nei confronti dei soggetti indicati al precedente punto 3) nel progetto non devono inoltre sussistere situazioni ostative, ai sensi delle leggi statali e regionali vigenti, alla concessione di benefici pubblici indicate dall’avviso. I soggetti indicati ai precedenti punti 1) e 2) possono presentare domanda di contributo anche in forma associata, individuando un capofila. Nel caso di presentazione di domanda in forma associata che preveda la partecipazione di uno o più soggetti diversi da quelli indicati ai predetti punti 1) e 2) e/o privi dei requisiti previsti al punto 2) per i soggetti privati, l’intera domanda è dichiarata inammissibile. Nel caso di partecipazione in forma associata la domanda di partecipazione deve essere presentata dal soggetto capofila, il quale coordina tutte le attività progettuali, rappresenta gli associati nell’ambito dei rapporti con la Regione e LAZIOcrea S.p.A. ed è l’unico responsabile di tutti gli adempimenti connessi all’attuazione e rendicontazione del progetto, previsti dal presente avviso. È ammessa la presentazione di una sola domanda per ciascun soggetto, in forma singola o associata. Nel caso di presentazione di più domande da parte di un medesimo soggetto sia in forma singola che associata, verrà presa in considerazione esclusivamente l’ultima domanda presentata e saranno, quindi, considerate inammissibili tutte le altre. Il proponente (singolo o associato) può coinvolgere nella realizzazione delle attività progettuali soggetti terzi in possesso di specifica competenza ed esperienza nel settore relativo alle attività che svolgeranno in esecuzione del progetto.

    Come Partecipare

    La domanda dovrà essere presentata esclusivamente per via telematica tramite il sistema disponibile al seguente link https://app.regione.lazio.it/streetart come meglio descritto nel Manuale d’uso dell’applicativo, pubblicato al medesimo link, al quale si rimanda per ulteriori dettagli. La domanda, completa di tutta la documentazione richiesta, deve essere inviata, con le modalità di seguito descritte, pena l’esclusione a partire dalle ore 12:00 del 7 marzo 2022 ed entro le ore 12:00 del 20 aprile 2022. La domanda si considera correttamente inviata al termine della compilazione e del caricamento degli allegati con il ricevimento dell’e-mail di notifica con il riepilogo dei documenti presentati. Dopo aver inviato la domanda NON sarà più possibile modificare la richiesta pertanto si invita a prestare la massima attenzione nella compilazione della predetta richiesta. Nel caso di presentazione di più domande da parte di un medesimo soggetto sia in forma singola che associata, verrà presa in considerazione esclusivamente l’ultima domanda presentata e saranno, quindi, considerate inammissibili tutte le altre. Nel caso di presentazione di più progetti aventi un medesimo artista verrà presa in considerazione esclusivamente la domanda presentata che contenga la dichiarazione dell’artista con data antecedente e saranno, quindi, considerate inammissibili tutte le altre. Deve essere compilata sul predetto sistema la domanda di partecipazione nonché il piano finanziario. La domanda di partecipazione dovrà essere:

    1. stampata;
    2. dopo aver verificato la correttezza dei dati inseriti, sottoscritta dal legale rappresentante;
    3. scansionata e caricata a sistema insieme ai documenti indicati.
    Scaduti i termini di presentazione delle domande, LAZIOcrea S.p.A. effettuerà l’istruttoria formale delle domande ricevute, consistente nella verifica della completezza e adeguatezza delle domande di partecipazione. Le richieste che avranno superato la fase dell’istruttoria (incluso l’eventuale soccorso istruttorio) saranno esaminate da un’apposita Commissione - composta da tre membri, di cui un dirigente regionale, con funzioni di presidente, e due soggetti esterni, di comprovata competenza ed esperienza nel settore dell’arte contemporanea - che valuterà la qualità delle proposte progettuali presentate, secondo i criteri di valutazione e relativi punteggi massimi indicati dal presente avviso. I progetti per essere finanziabili devono raggiungere il punteggio minimo complessivo di 60 punti, di cui almeno 15 conseguiti in relazione al primo criterio di valutazione (qualità dell’intervento di Street art proposto, sia sotto il profilo artistico, anche in termini di originalità e innovatività, che tecnico/economico e di comunicazione). Le valutazioni espresse dalla Commissione consentiranno la formazione di sei graduatorie, una per ciascun ambito territoriale individuato all’art. 3 dell’avviso, ordinate in base al punteggio attribuito. Qualora i fondi residui non siano sufficienti per coprire interamente le spese dell’ultimo progetto ammissibile e finanziabile, sarà richiesto per iscritto al richiedente di assumere l’impegno di coprire con proprie risorse anche la parte mancante (fatta salva la possibilità di assegnazione di eventuali e successive economie); in mancanza di detto impegno il progetto non sarà finanziato. La Commissione provvederà quindi a definire ciascuna graduatoria indicando:
    1. progetti ammissibili e finanziati, ovvero i progetti che hanno ottenuto almeno il punteggio minimo in precedenza indicato e che sono finanziati in ordine di graduatoria fino all’esaurimento delle risorse disponibili;
    2. progetti ammissibili ma non finanziabili, ovvero i progetti che hanno ottenuto almeno il punteggio minimo in precedenza indicato ma che non possono essere finanziati per esaurimento delle risorse disponibili;
    3. progetti non ammissibili, per mancato raggiungimento i punteggi minimi in precedenza indicati
    Per i progetti di cui alla lettera a) la Commissione indica il proponente, il titolo, il costo complessivo e il contributo concesso. Per i progetti di cui alla lettera b) la Commissione indica il proponente, il titolo, il costo complessivo e il contributo concedibile in ipotesi di scorrimento della graduatoria. La proposta viene trasmessa alla Regione che provvede all’approvazione con determinazione del direttore della Direzione competente. La determinazione sarà pubblicata sul B.U.R. della Regione Lazio nonché sui siti web istituzionali sia della Regione Lazio che di LAZIOcrea S.p.A., con effetto di notifica agli interessati.

    Risorse

    Le risorse stanziate per la copertura finanziaria dei contributi da concedere con il presente avviso ammontano complessivamente ad Euro 400.000, da ripartire in base al luogo di realizzazione dell’intervento con le seguenti modalità:

    • € 50.000,00 per il finanziamento di interventi da realizzare nel territorio di ciascuna Provincia del Lazio e della Città metropolitana di Roma Capitale (eccetto il comune di Roma Capitale), per un totale complessivo di € 250.000,00;
    • € 150.000,00 per il finanziamento complessivo di interventi da realizzare nel territorio del comune di Roma Capitale (comprese le articolazioni territoriali-Municipi).
    I contributi concessi a fondo perduto saranno nella misura massima, per ciascun progetto, di:
    • Euro 12.000 per interventi di Street art consistenti nella realizzazione di una singola opera;
    • Euro 20.000 per interventi di Street art consistenti nella realizzazione di una pluralità di opere.
    Al fine di incentivare la collaborazione tra soggetti pubblici e privati, i suddetti massimali sono incrementati del 20% in caso di domande presentate in forma associata coinvolgenti sia soggetti pubblici che privati. Per ciascun progetto selezionato il contributo concedibile non potrà superare l’80% del costo complessivo ritenuto ammissibile, fermo restando che la quota a carico del beneficiario non potrà essere inferiore al 20% del predetto costo. Sono ammissibili a contributo le seguenti categorie e voci di spesa:
    1. costi di esecuzione dell’opera:
    1. lavori di preparazione della superficie; 2. acquisto materiali; 3. noleggio attrezzature; 4. compenso per l’artista/artisti (in misura non inferiore al 10% dell’importo complessivo dell’intervento). Nell’importo, oltre alla progettazione e alla realizzazione del progetto, possono essere previste eventuali spese per vitto e alloggio; 5. spese per occupazione di suolo pubblico o autorizzazioni, pareri, nulla osta o altri atti amministrativi necessari alla realizzazione dell’intervento;
    1. compenso per l’eventuale curatore per la progettazione e lo sviluppo del progetto (entro il 10% dell’importo complessivo dell’intervento);
    2. assicurazione infortuni a favore dell’artista/artisti e delle maestranze impegnate nella realizzazione dell’opera specificamente attivate per la realizzazione dell’intervento;
    3. comunicazione/animazione territoriale, inclusa inaugurazione (entro il 15% dell’importo dell’intervento);
    4. spese per fideiussione;
    5. I.V.A. (Imposta Valore Aggiunto) solo nel caso in cui non sia recuperabile ai sensi della normativa vigente.
    Al fine di supportare l’attendibilità e congruità dei dati di costo inseriti nel piano finanziario del progetto, il proponente deve acquisire almeno due preventivi per ogni voce di spesa tra quelle rientranti nelle categorie a1), a2), a3) e d). Per le stesse finalità deve essere inoltre acquisito il preventivo emesso dall’artista e dal curatore (quest’ultimo ove utilizzato) scelti, per le voci di spesa rientranti nelle categorie a4) e b). I preventivi devono essere conservati a cura del proponente ed esibiti su richiesta di LAZIOcrea.