• Il Progetto

      DiSCo, l'ente di Regione Lazio per il diritto allo studio e alla promozione della conoscenza, ha reso noto che, anche per l'anno accademico 2022/2023, tutti gli studenti idonei saranno beneficiari delle borse di studio messe a disposizione. 31.820 studentesse e studenti delle università del territorio della regione, dunque, potranno ricevere un contributo economico che consenta loro di continuare a svolgere o di facilitare il proprio percorso di studi, con un numero minimo di esclusioni. Gli idonei di quest'anno sono infatti 1.800 in più dello scorso anno. Ad offrire copertura per le risorse stanziate sono le numerose misure messe in campo dai finanziamenti regionali parte dell’opera di programmazione di Regione Lazio, ad esse vanno aggiunte quelle che provengono dai piani nazionali e dal PNRR. Un occhio di riguardo al mondo dell’università, dunque. Un sostegno concreto alle studentesse e agli studenti che decidono di studiare a Roma o nelle università del territorio del Lazio. Negli ultimi dieci anni, fa ancora sapere DiSCo, il numero di borse di studio offerte dall'ente regionale è raddoppiato, al fine di offrire a tutti gli studenti meritevoli i mezzi per poter portare a conclusione i propri studi. Se nell'anno accademico 2014/2015 i beneficiari erano solo 17.400, quest'anno siamo a 31.820, per un numero di oltre 80mila studentesse e studenti universitari vincitori di borsa di studio negli ultimi tre anni. Come informazione di servizio, l’ente comunica inoltre che le date dei pagamenti, le cui tempistiche sono collegate alla fonte di finanziamento, saranno tempestivamente comunicate all’interno della sezione “storico esiti pagamenti”, sul sito www.laziodisco.it. Si informano pertanto gli studenti che potranno avere aggiornamenti puntuali sulle future liquidazioni monitorando questa sezione.
        • Il Progetto

          Parte LAZIOAggrega, la nuova policy delle Politiche Giovanili della Regione Lazio volta ad aprire nuovi spazi a favore dei giovani e che nasce in continuità con i precedenti bandi ed esperienze attivate negli ultimi quattro anni. ‘Un lavoro continuativo e costante che conferma il nostro impegno a favore delle politiche giovanili, per una Regione che coinvolga sempre più i giovanissimi, al fine di dare vita ad un circolo virtuoso di ricadute positive su tutto il territorio’, dichiara Daniele Leodori, il Presidente Vicario della Regione Lazio.   L'avviso pubblico è rivolto ai Comuni del Lazio e ai Municipi di Roma Capitale per promuovere la costituzione di centri di aggregazione giovanili, gestiti da associazioni giovanili: spazi coworking e costudying, luoghi dove sviluppare servizi e attività culturali, creative, editoriali, sportive e ricreative, usufruire di servizi di tutoraggio, consulenza e orientamento, attivare percorsi di cittadinanza attiva, inclusione e innovazione sociale. La dotazione finanziaria è di 2.900.000,00euro. L’obiettivo è quello di aprire almeno nuovi 10 spazi giovanili a Roma e almeno 19 nelle Province valorizzando il patrimonio pubblico, attualmente abbandonato o sottoutilizzato. Gli spazi verranno gestiti da organizzazioni giovanili under35, selezionate dai Comuni e dai Municipi, e al loro interno potranno essere realizzate anche piccole attività economiche e commerciali e iniziative sperimentali di economia collaborativa, utili al raggiungimento dell'autosostenibilità del progetto e al miglioramento della sua capacità di produrre valore economico e sociale. "Abbiamo voluto impostare le modalità del bando per disintermediare, liberare energie e favorire la partecipazione dal basso. Infatti, non solo gli spazi dovranno essere gestiti da under35, ma in più i Comuni e i Municipi dovranno fin da subito co-progettare gli spazi, le funzioni, le attività e le modalità di gestione con le ragazze e i ragazzi. È una novità importante che vuole sollecitare il superamento delle politiche e degli interventi fatti dall'alto verso il basso, pensati per i giovani ma che con i giovani hanno niente a che fare", afferma Lorenzo Sciarretta, Delegato alle Politiche Giovanili della Regione Lazio. LAZIOAggrega finanzierà ogni progetto con un contributo fino a 100.0000 euro, con un'intensità del 100% per i piccoli comuni e dell'80% per gli altri comuni e per i Municipi. I contributi saranno a fondo perduto. Il progetto dovrà essere inviato, dai Comuni e dai Municipi dopo il percorso di coprogettazione con le ragazze e i ragazzi, tramite piattaforma telematica entro alle ore 12:00 del 31 marzo 2023. Più info su LAZIOAggrega.
            • Il Progetto

              LAZIOSound Scouting è finalmente tornato nella sua edizione 2023, nella quale viene riproposto il celebre programma di valorizzazione delle eccellenze musicali Under 35 messo in campo da Regione Lazio. Il bando di quest’anno mira ad offrire tante occasioni ai giovani artisti delle sette note, che parteciperanno così ad un percorso di sfida e crescita personale che può portare alla realizzazione del sogno di vivere di musica, diventando professionisti. Giunto ormai alla sua quarta edizione, LAZIOSound Scouting è  infatti un programma di selezione e valorizzazione delle eccellenze musicali del territorio. Possono partecipare tutte le band, i compositori, i cantanti e i musicisti attivi sul territorio regionale e di età compresa tra i 14 e i 35 anni. Sei sono le categorie messe in campo dalla call: Jazzology (dedicato a chi fa musica Nusoul, Funk, Soul, Fusion, Progressive, groove, interplay, fraseggio e sperimentazione), Urban Icon (Rap, R&B, Trap, Urban), Songwriting Heroes (Cantautorato, Indie, Pop, Rock, Metal, Folk, Reggae), I Love Mozart (Musica Classica, Composizione Contemporanea, Strumentale), God is a Producer (Elettronica, dance, EDM, techno) e Borderless (dedicato a chi fa musica fuori dagli schemi e non vuole categorie). A valutare e formare i giovani partecipanti ci saranno sei giurie d'eccezione, lungo le tre fasi di prima selezione, finali di categoria e finalissima. Sono oltre 5mila gli artisti che hanno già partecipato alle precedenti edizioni, nelle quali LAZIOSound ha finanziato oltre 30 produzioni, 50 concerti e tour in Italia e all'estero, 3 edizioni del campus e 2 festival al Castello di Santa Severa. Per partecipare a LAZIOSound Scouting 2023 è necessario inviare online la propria domanda di partecipazione, fino alle 23:59 del 19 febbraio 2023. Le domande potranno essere inviate tramite il portale di LAZIOSound. Una volta completata l’iscrizione si riceverà una mail dall’indirizzo laziosound@regione.lazio.it. LAZIOSound è realizzato con il sostegno delle Politiche Giovanili della Regione Lazio, con la collaborazione di LAZIOcrea e la collaborazione di una importante rete di partner.
                • Il Progetto

                  LAZIOAggrega è la nuova policy delle Politiche Giovanili della Regione Lazio per riattivare spazi pubblici a favore dei giovani, promuovendone la gestione da parte di organizzazioni under35. L’avviso pubblico è promosso con l’intento di promuovere la costituzione di Centri di aggregazione giovanili attraverso il sostegno alla realizzazione di progetti, destinati a giovani di età compresa fra 14 e 35 anni, che prevedano spazi per attività libere e/o la realizzazione di laboratori e percorsi gestiti da associazioni giovanili.
                    • Il Progetto

                      Pubblicato il nuovo bando di Servizio Civile Universale, con il quale sono messi a disposizione 3.181 progetti attuabili in Italia e all'estero per una durata dagli 8 ai 12 mesi. Vastissima è la gamma di progetti ai quali è possibile partecipare: si va dalle operazioni di integrazione della comunità tramite il lavoro con disabili o anziani del territorio, alla tutela dei Beni Culturali e del patrimonio del nostro paese, fino ai progetti di protezione civile e di tutela dell'ambiente, per un totale di 567 programmi d'intervento. Non a caso, ogni singolo progetto risponde ad uno o più obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.
                        • Il Progetto

                          La promozione degli artisti under 35 della Regione Lazio passa per LAZIOSound 2022 con una delle sue azioni: LAZIOSound Touring. Si tratta di una misura messa in campo per promuovere la presenza sul mercato delle giovani risorse musicali del territorio. LAZIOSound Touring, è riservato agli operatori dello spettacolo e agli organizzatori di eventi dal vivo, con contributi che vanno fino a 10mila euro a progetto.
                            • Il Progetto

                              Nell'ambito della quarta edizione di LAZIOSound, Regione Lazio ha messo in campo una misura che mira a sostenere l'organizzazione di eventi musicali dal vivo che coinvolgano i giovani Under-35 del territorio regionale: LAZIOSound Live. LAZIOSound Live prevede infatti il sostegno per gli organizzatori di festival, eventi e rassegne che prevedano specificamente anche la partecipazione di giovani cantautori o gruppi giovanili del Lazio.
                                • Il Progetto

                                  Nell'ambito della quarta edizione di LAZIOSound, Regione Lazio mette in campo una misura volta a favorire le nuove produzioni musicali: LAZIOSound Recording! Si tratta di un'azione volta a sostenere almeno 11 produzioni musicali di giovani artisti Under-35.
                                    • Il Progetto

                                      Lo scorso 24 novembre è stato messo online il portale Io Non Odio, disponibile all'URL IoNonOdio.net, parte del progetto di sensibilizzazione sulle tematiche di genere portato avanti dall'assessorato alle Pari Opportunità di Regione Lazio, in collaborazione con Lazio Innova. Il portale si propone come uno spazio virtuale dedicato ai giovani, una piattaforma di contenuti digitali proposti con il linguaggio e i mezzi più congeniali, liberamente accessibile da tutte le ragazze e i ragazzi. Al centro della nuova edizione del progetto Io Non Odio, è online con una serie di contenuti multimediali dedicati ai temi cari alla campagna. Contenuti che nel corso del tempo si arricchiranno con nuove risorse: film ed e-book, serie tv e documentari, playlist musicali e masterclass. Offrirà inoltre uno spazio dal quale poter guardare a tutte le iniziative create dai partner del progetto, nonché alla collaborazione da parte degli istituti scolastici aderenti al progetto che vorranno proporre e condividere i propri contenuti e le proprie attività. L'evento è stato presentato a Roma presso lo Spazio Rossellini alla vigilia della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, contemporaneamente alla messa in scena dello spettacolo teatrale “Reborn”, ispirato alla storia di Valentina Pitzalis, sopravvissuta nel 2011 al tentato femminicidio da parte dell’ex marito, presente in sala ed intervenuta per portare la sua testimonianza attiva nella lotta contro la violenza di genere. Io Non Odio, dunque, si pone l'obiettivo di coinvolgere i più giovani in un percorso di riflessione che parta dalla violenza di genere e che porti messaggi volti all'inclusione e al contrasto alla violenza a 360 gradi. Ma anche agli stereotipi di genere, al bullismo, al cyberbullismo, all'hate speech e quindi alla lotta contro ogni comportamento discriminatorio, di odio e di intolleranza. Più che un progetto, il portale IoNonOdio.net vuole essere un luogo d'incontro, una visione di futuro e quindi una speranza per la collettività dove l'odio non sia più normale.
                                        • Il Progetto

                                          La partecipazione a Startupper School Food, una delle tre azioni messe in campo nell’ambito del programma Startupper School Academy di Regione Lazio, è stata prorogata dal 30 novembre al 15 dicembre 2022. Sviluppata nell’ambito del progetto Food Innovation HUB, promosso da Lazio Innova in collaborazione con Agro Camera e altri partner strategici, si tratta di un'azione rivolta alla promozione del talento, dell'innovazione, dell'imprenditorialità e della creatività nelle scuole del Lazio: un intervento finalizzato alla valorizzazione dell’innovazione nell’ambito delle produzioni agroalimentari e della ristorazione regionale. Il bando è rivolto a tutti gli studenti del III°, IV° e V° anno degli Istituti Professionali per i Servizi Alberghieri e della Ristorazione del Lazio e ai relativi Docenti che potranno candidare le proprie scuole entro il 15 dicembre seguendo le istruzioni presenti sul sito di LazioInnova. Le scuole partecipanti avranno a disposizione una piattaforma di e-learning promossa da Lazio Innova dalla quale gli studenti potranno accedere a materiale ed esercitazioni sui temi legati all'innovazione nel food e nella ristorazione, oltre ad una serie di workshop tematici. A partire da febbraio 2023 sono previsti anche incontri – sia in presenza che da remoto – con gli chef dei ristoranti stellati del Lazio, con la possibilità di interagire e di dar vita a una fase competitiva dove i diversi istituti dovranno individuare due ricette: una ricetta della tradizione del territorio su cui effettuare una ricerca storica e una innovativa che sarà oggetto di una presentazione. Ad Aprile 2023 largo ad una Food Challenge che a Bracciano vedrà gli 8 istituti ammessi alla finale partecipare ad una prova che vedrà in palio 1.500 euro per l'acquisto di attrezzature o forniture da cucine da parte dell'istituto vincitore, oltre ad una cena gourmet per gli studenti vincitori in un ristorante stellato sul territorio regionale.