• Lavori in corso
  • cultura

A Frosinone, nella Valle del Liri, troviamo Arpino. Sovrasta il centro storico la splendida Acropoli di Civitavecchia con la Torre di Cicerone e, tutto intorno, ulivi secolari. Nel Convento di San Lorenzo, troverai un Ostello gestito dai giovani: l’Ostello di San Lorenzo, che organizza tantissime attività per vivere il territorio.

Attività

  • sport e outdoor: escursioni a piedi, in bicicletta e a cavallo; visite ad aziende agricole locali con degustazioni e corsi di cucina tipica; visite guidate alla torre di Civitavecchia di Arpino; giornate alle antiche botteghe del centro storico
  • sociali: hub per i backpackers, una base per i viaggiatori indipendenti; incontri e scambio con le minoranze nel territorio su cucina, religione, musica; incontri con esperti sulla tutela dell’ambiente
  • spirituali: ritiri spirituali; meditazione e psicologia alla scoperta del proprio io; incontri itineranti alla scoperta di credenze, tradizioni e aneddoti del territorio (riti latini, benedizione del bestiame, offerte delle future madri a Sant’Amasio nella transumanza)
  • ricreative: mostre di fotografia, pittura, scultura; cineforum; spettacoli teatrali e concerti; rassegna letteraria; concorso cinematografico di cortometraggi; appuntamenti sotto le stelle

Servizi

Multimedia

Aree comuni

Dotazioni

News

Cosa era

L’Ostello di San Lorenzo sorge nel Convento di San Lorenzo in località Cappuccini che, con l’annessa Chiesa, costituiscono un complesso monumentale di circa 2000 mq con una suggestiva vista panoramica. Fondato dai frati Minori Cappuccini nel 1560 e abbandonato nel 1981, nel 1985 il Comune cedette l’intera struttura all'Associazione ID di Cristo Redentore Missionari e Missionaire Identes. Restaurato negli anni 1997-1999, è oggi parzialmente utilizzato.

Gestito da

Comune di Arpino

Periodo di apertura

Tutto l'anno

Risorse

L’Ostello di San Lorenzo è finanziato da Regione Lazio e Presidenza del Consiglio dei Ministri e gestito in collaborazione con il Comune di Arpino. Costo complessivo del progetto 287mila euro, contributo regionale 222mila euro.